Nel riciclo dei rifiuti l’Italia risulta prima in Europa con il 76,9%. Lo scrive il magazine Hitech Ambiente che fa riferimento a una media europea del 37%.

I dati sono quelli di Eurostat, che dicono che l’Italia precede nel riciclo dei rifiuti Francia, Gran Bretagna e Germania, quest’ultima in testa dal punto di vista della quantità della spazzatura riciclata (72 milioni di tonnellate contro le 56,4 dell’Italia).

In Italia i flussi più rilevanti sono i riciclabili tradizionali (carta, plastica, vetro, metalli, legno, tessili). Il nostro paese è secondo solo alla Germania anche per fatturato e addetti nel settore del riciclo. Questo perché nell’Europa centro-settentrionale, pur con una differenziata molto elevata, si tende a inviare al termovalorizzatore la gran parte dei rifiuti, abbassando così di parecchio la percentuale di riciclo.

Abbassa anche la media europea l’operato dei Paesi dell’Est che fanno finire in discarica sino all’80% dei rifiuti. A tenere alta la leadership dell’Italia – scrive sempre Hitech Ambiente – è la presenza in Italia di un sistema di consorzi di filiera che incentiva i Comuni al ritiro differenziato di rifiuti.

2018-04-24T07:06:43+00:00